Iscriviti adesso

Francia, Académie des Sciences

L'Académie des Sciences è membro dal 1919.

L'Académie des sciences fu istituita per la prima volta da Luigi XIV nel 1666, come Royal Academy of Sciences, un organismo dedicato all'élite scientifica, che fiorì fino al tumulto della Rivoluzione, che portò alla soppressione di tutte le Royal Academies nel 1793. La successiva riorganizzazione della vita scientifica accademica riprese nel 1795, con la creazione di un'unica istituzione, l'Institut de France, che fondeva nella sua struttura tre 'classi' sparse rimanenti delle ex Accademie Reali, quelle delle scienze, delle scienze umane e delle arti. È nell'ambito dell'Institut de France che le Classi di scienze e di altre tre discipline hanno riacquistato il loro status iniziale di Accademie nel 1816. Nel frattempo, Napoleone I – egli stesso eletto nel 1797, come Napoleone Bonaparte, generale di artiglieria, membro della Institut's Section of Mechanical Arts – aveva stabilito, nel 1805, la sede dell'Institut de France comprendente quattro Accademie (cinque dal 1832) nell'attuale sede, il Palais de l'Institut, un ex Royal College.

L'Accademia è l'organismo emanato dedicato al progresso della scienza e delle sue applicazioni. Pubblica regolarmente (in francese e in inglese) sette serie di una rivista multidisciplinare les comptes-rendus de l'Académie des sciences che copre nuovi significativi risultati in matematica, scienze della Terra e planetarie, meccanica, fisica, astronomia, chimica e scienze della vita.

L'Accademia comprende 140 membri effettivi, 250 membri corrispondenti e 150 membri stranieri associati. Ha una stretta collaborazione con le altre Accademie dell'Institut de France e l'Accademia Nazionale delle Tecnologie di Francia (NATF), l'Accademia Nazionale di Medicina e l'Accademia di Agricoltura.
Ha un impegno speciale per la cooperazione scientifica internazionale gestito dal Consiglio e da un Delegato per le relazioni internazionali.

I rapporti con ISC comportano due responsabilità principali:

  • rappresentare la Francia come membro nazionale, sotto la presidenza della professoressa Marie-Lise Chanin;
  • implementare l'appartenenza francese alle unioni scientifiche e ai comitati interdisciplinari dell'ISC.

Il Consiglio è assistito dal Comité français des Unions scientifiques internationales (COFUSI), fondato nel 1967 dall'Accademia. COFUSI ha attualmente 27 comitati nazionali per assistere l'Accademia sotto la presidenza della professoressa Nicole Capitane.


Salta al contenuto