Iscriviti adesso

La storica conferenza sui dati scientifici si conclude con un forte supporto alla condivisione dei dati per la sostenibilità

SciDataCon2014, la conferenza internazionale sulla condivisione e l'integrazione dei dati per la sostenibilità globale, si è svolta dal 2 al 5 novembre a New Delhi, in India.

La conferenza è stato motivato dalla convinzione che le sfide più significative della ricerca - e in particolare le questioni urgenti relative alla sostenibilità globale di fronte ai continui cambiamenti naturali e indotti dall'uomo al sistema planetario - non possano essere affrontate adeguatamente senza prestare attenzione alle questioni relative all'equità l'accesso a set di dati di qualità garantita e interoperabili e la loro gestione e conservazione a lungo termine.

Viviamo in un mondo ricco di dati e questo offre l'opportunità di indagare su questioni rilevanti per la società in nuovi modi e di sviluppare approcci basati sull'evidenza per la gestione planetaria e la formulazione di politiche. Tuttavia, la gestione delle enormi quantità di dati attualmente generati pone sfide significative. In particolare: come assicuriamo la continuità dei programmi di monitoraggio? Come garantiamo la qualità e l'affidabilità dei dati disponibili? Come combiniamo diversi set di dati provenienti da diverse discipline scientifiche? Come possiamo massimizzare l'uso dei set di dati per rispondere a nuove domande? Come garantiamo la conservazione a lungo termine dei set di dati? Come possiamo garantire che i dati siano disponibili a tutti? Cercando di rispondere a queste domande, SciDataCon 2014 ha rappresentato una pietra miliare nelle discussioni sulla gestione dei dati per affrontare le questioni del cambiamento globale e della sostenibilità globale.

Mentre SciDataCon2014 ha affrontato molte questioni importanti, la battaglia sui dati non è finita. Ci sono molte aree della scienza in cui la condivisione e l'archiviazione dei dati non è la norma. Esiste una grande quantità di dati dell'era pre-digitale, che potrebbero essere utili per fornire una prospettiva a più lungo termine sugli attuali programmi di monitoraggio che langue negli archivi dei singoli ricercatori e deve essere salvata e resa disponibile. Non esiste ancora un modello chiaro su come supportare archivi di dati e servizi in futuro e, nonostante l'entusiasmo che circonda i "big data", c'è ancora molto da fare per sviluppare gli strumenti concettuali, analitici e gestionali necessari per gestire tali set di dati. WDS continuerà a impegnarsi con i suoi membri e le più ampie comunità scientifiche e politiche per affrontare questi problemi, in modo che i dati scientifici possano svolgere un ruolo nella trasformazione del nostro mondo e nel muoversi verso una maggiore equità e sostenibilità.

SciDataCon2014 è stato ospitato dall'Indian National Science Academy (INSA) e co-organizzato da due organi dell'International Council for Science (ICSU) con responsabilità per la gestione e la politica dei dati: il Sistema di dati mondiale (WDS) e il Commissione sui dati per la scienza e la tecnologia (CODATI). Questa è stata la prima volta che WDS e CODATA hanno unito le forze per sponsorizzare un incontro internazionale progettato per affrontare i problemi dei dati.

Salta al contenuto